FAMIGLIA ANTHICIDAE

Cordicollis instabilis (W.L.E. Schmidt, 1842)
Cordicollis instabilis (W.L.E. Schmidt, 1842)

La Famigla Anthicidae è una Famiglia Cosmopolita, che fa parte della Superfamiglia Tenebrionoidea. Gli Anthicidae, sono presenti in tutti i Continenti, la maggior parte di essi è presente nelle regioni calde o temperate, attualmente si conoscono, circa 3500 specie suddivise in circa 102 Generi. É presente anche una specie fossile. Per l’Italia sono citate attualmente 116 unità tra specie e sottospecie (tra queste ve ne sono 10 dubbie riportate da vecchie segnalazioni mai più confermate), suddivise in 20 Generi (di cui 1 dubbio). Gli Anthicidae sono Coleotteri Heteromeri, che come forma ricordano vagamente quella delle Formiche, e hanno dimensioni medio piccole, da 0,8mm a 10mm. Vista la loro conformazione ed agilità, l’impressione è che siano insetti predatori (diverse volte si è riscontrata la presenza sia di alcuni Notoxini che alcuni Mirohorini, attaccati a Meloe morti o moribondi, intenti a succhiare la sostanza che secernono, inoltre ultimamente è stato documentato da foto il cibarsi delle uova e probabilmente di alcune larve, un dato quest’ultimo in corso di studio) anche se in generale sembrano saprofiti o floricoli, trovandoli solitamente a terra tra detriti vegetali, ma anche su arbusti, fiori foglie ecc. Molte specie sono attratte da fonti luminose (fototropismo), altre da essudati oleosi, grasso di Maiale, ecc. Ma non tutti i generi vivono sopra il limite del suolo, vi sono anche altri generi ad esempio i Rimaderus Bonadona, 1978, dell’India Meridionale e gli Elgonidium Basilewsky, 1954, dell’Africa Centrale, i primi microphthalmi i secondi anophthalmi, che si rinvengono mediante vagliatura, di fogliame nello strato inferiore o sotto massi profondamente interrati.
La biologia di questa Famiglia è molto scarsa, fino a poco tempo fa si conoscevano solo gli stadi preimmaginali, di 4-5 specie. Ultimamente da studi scientifici mirati a queste conoscenze, sono state descritte altre 3-4 specie, ma molto è ancora da descrivere sia a livello preimmaginale che immaginale.

MORFOLOGIA ESTERNA DORSALE E VENTRALE

Lascia un commento